venerdì 16 luglio 2010

Miyazaki: l'iPad è onanismo

Ma quanto ha ragione? Un genio!

"Hayao Miyazaki, nome difficilmente pronunciabile ma genio di caratura assoluta. A lui dobbiamo film come "La principessa Mononoke" o "Il mio vicino Totoro" e "Ponyo sulla scogliera" oltre all'oscar nel 2003 per "La città incantata".

Miyazaki ha di recente dichiarato in un'intervista alla rivista giapponese Neppuu di non gradire affatto l'iPad, ultimo arrivato di casa Apple.

"Per me non c'è nessun sentimento d'ammirazione o eccitazione alcuna" ha dichiarato Miyazaki che ha continuato: "Somiglia di più a una cosa per giocare che la gente usa colpendola in maniere bizzarre. E' digustoso, su i treni il numero delle persone che fanno questo strano gesto masturbatorio è in continuo aumento""

in riferimento a: Miyazaki: l'iPad è onanismo (visualizza su Google Sidewiki)

lunedì 12 luglio 2010

Ma se non ce la fanno i tedeschi...

...come possiamo pensare di farcela noi, con tutta la corruzione, la mafia ed i furbetti che lucrano a discapito delle opere pubbliche?

"Fin dagli anni Settanta, quando fu scattata questa foto, nelle profondità di una miniera di sale abbandonata in Germania giace un mucchio di barili di rifiuti.

È dagli ani Sessanta che l'Asse II in Bassa Sassonia fa da sito di stoccaggio ospitando oltre 100 mila barili di rifiuti nucleari di livello medio e basso. I rifiuti di basso livello non sono considerati pericolosi da maneggiare, mentre quelli di medio livello richiedono misure di protezione per il loro smaltimento: ad esempio, secondo la World Nuclear Association, che promuove l'uso dell'energia nucleare, i componenti del reattore vanno racchiusi nel cemento.

Nel 2008 è stato scoperto che l'acqua che fuoriusciva da Asse II fin dagli anni Ottanta è radioattiva. A peggiorare le cose, la miniera stessa è in condizioni così precarie da poter crollare da un momento all'altro.

Oggi, l'ufficio federale tedesco per la protezione dalle radiazioni sta compiendo un tentativo senza precedenti di ricollocare centinaia di tonnellate di rifiuti nucleri da questo sito, al centro di accese polemiche.

"Quel che dobbiamo fare adesso è capire se è possibile rimuovere questi rifiuti”, dice il portavoce dell'agenzia Werner Nording. "Si tratta di un'operazione mai effettuata in nessun'altra parte del mondo”.

Se tutto dovesse andare per il verso giusto, e una volta effettuati i test per le radiazioni, la tossicità, e i gas esplosivi, l'agenzia ha in programma di rimuovere i pericolosissimi rifiuti con veicoli telecomandati entro il 2020."

in riferimento a: Foto Una montagna di scorie nucleari a rischio - 1 di 1 - National Geographic (visualizza su Google Sidewiki)

domenica 4 luglio 2010

Hackerato YouTube

Ma ancora adesso il sito di youtube ha problemi, forse ancora dovuto ai lavori sul codice.

"ROMA - "Notizia flash: Justin Bieber è morto stamattina in un incidente d'auto". E' il messaggio allarmante, e falso, che si è aperto per varie ore su alcune pagine di YouTube. Ma per Google, proprietaria del sito, quel messaggio significava qualcosa di ancora peggiore: voleva dire che bastava un semplice codice inserito nei commenti per far comparire testi, foto, animazioni, video pornografici e - forse - rubare dati personali relativi agli account.

La situazione è tornata alla normalità dopo a metà del pomeriggio, pur senza nessuna comunicazione ufficiale da parte di Mountain View: navigando sul sito si nota come i tecnici siano già intervenuti per risolvere il problema. Sui video inizialmente attaccati il codice è stato neutralizzato, cancellando una parte del codice maligno.

La notizia della morte di Justin Bieber appariva aprendo un video di Lady Gaga - uno dei più visti in assoluto con 238 milioni di visualizzazioni - ma sotto attacco erano tutti i video più popolari, su cui si potevano trovare messaggi simili o attacchi molto più invadenti. Non che fosse difficile: abbiamo provato anche noi, aggiungendo un semplice messaggio di allarme testuale su un video. Nessun problema, funzionava davvero, e a costo zero.

Con un attacco di questo tipo - in gergo tecnico definito Xss (cross-site scripting) - un utente avrebbe potuto ritrovarsi su siti fraudolenti senza quasi accorgersene o farsi rubare i dati di accesso. E la rete è subito entrata in fibrillazione: nei forum numerose le discussioni sul modo migliore di comportarsi.

Anche sul forum ufficiale di Google è stata aperta una discussione. "E' un casino completo", scrive un utente; "E' la fine di YouTube" scrive un altro, forse esagerando un po'. "Non andate sul sito - consigliava qualcuno - quest'attacco può essere usato per rubare i vostri dati". E qualcuno ha raccontato che da una pagina si finiva addirittura dentro un sito che mostrava scene di violenza sessuale."

in riferimento a: Hackerato YouTube a rischio i dati degli utenti - Repubblica.it (visualizza su Google Sidewiki)

giovedì 1 luglio 2010

Chi di trans ferisce, di trans perisce...

Marrazzo si era dimesso, e questo lo farà?

"Un consigliere del Pdl della Provincia di Roma, Pier Paolo Zaccai, è stato ricoverato in stato confusionale nell'ospedale Grassi di Ostia, dopo che aver partecipato a un festino a base di cocaina e sesso, al quale erano presenti alcune transessuali. A svelare il retroscena sarebbe stata una di loro, che ha riferito l'accaduto alle forze dell'ordine. Il consigliere si sarebbe affacciato in uno stato confusionale dal balcone della casa nella quale si stava svolgendo il festino - sembra di proprietà della transessuale e via Manlio Torquato, nel quartiere Appio-Tuscolano - urlando frasi sconnesse e improvvisando un comizio. I medici del Grassi dovevano provvedere ai test tossicoloci in ospedale, ma Zaccai si è rifiutato di dare il concenso. "

in riferimento a: Consigliere provinciale del Pdl in ospedale dopo festino a base di sesso, trans e droga - Roma - Repubblica.it (visualizza su Google Sidewiki)