mercoledì 28 dicembre 2011

La Magia, un Forum e molta Ignoranza

Ultimamente mi sono appassionato alla magia con le carte, e la trovo molto rilassante e divertente. Ammetto che sono sempre stato fin da piccolo affascinato da questa Arte, avevo comprato pubblicazioni (mi ricordo una serie di fascicoli con tanto di trucchi allegati), ma ultimamente sono capitato sul sito scamschool, dove l'illusionista Brian Brushwood spiega alcuni semplici trucchi. Da lì sono saltato, non so come, ai maghi statunitensi Penn & Teller ed alla loro trasmissione televisiva (scaricata da internet) "Fool Us", dove invitano dei prestigiatori a fare dei trucchi, se il duo di maghi non capisce il trucco, il concorrente vince la possibilità di avere uno spettacolo tutto suo a Las Vegas.
Uno di questi illusionisti, Nicholas Einhorn, mi e' piaciuto particolarmente, così ho comprato il suo libro su amazon che si intitola "The Illustrated Compendium of Magic Tricks: The Complete Step-By-Step Guide to Magic, with More Than 320 Fun and Fully Accessible Tricks"
Questo libro l'ho trovato davvero illuminante, da qui poi ho trovato vari video gratuiti sui siti di magia come ellusionist.compenguinmagic.comtheory11.com, etc... fino a scaricarne un po' da internet cone emule, in modo decisamente illegale.
Alcuni di questi mi sono piaciuti e li ho comprati volentieri, alcuni sembra che non si trovino più in commercio, altri sono cose totalmente dimenticate. Ho trovato anche alcuni ebook in pdf che poi ho comprato sempre con amazon, uno su tutti Royal Road to Card Magic.

Mi sono iscritto ad un forum di magia in italiano, dove ho scritto esattamente quello che ho raccontato qui sopra, e mi sono visto cancellare il messaggio dicendomi che nel forum non si tratta la pirateria e che loro la combattono. Ho provato a cancellarmi dal forum, visto la mentalità decisamente chiusa dei moderatori, ma non e' stato possibile, allora ho cambiato l'email con una finta in modo da non averci nulla a che fare.

Ma nel 2011, e' ancora possibile ragionare in questo modo (scarichi da internet = pirateria)? Lo trovo un modo davvero stupido di ragionare. Con i pochi soldi che girano, con la Crisi che ci fa diventare i poveri sempre di più ed i ricchi sempre meno ma sempre più ricchi, mi sembra sacrosanto vedere un prodotto prima di comprarlo.

venerdì 16 dicembre 2011

Votate CHIVASSO RUGBY ONLUS su La Nuova Periferia!


Da mercoledì 21 Dicembre 2011, sul settimanale "La Nuova Periferia" parte il concorso dedicato alle Associazioni del territorio.
Per 12 settimane verranno pubblicati i coupon per votare un'associazione locale, ed ogni settimana verrà dato ampio spazio a quelle più votate.

Durante una di queste settimane, a sorpresa, 50 centesimi per ogni copia venduta del giornale saranno devoluti ad una associazione e saranno ancora i lettori a decidere a chi devolvere il “loro” contributo. In pratica ogni lettore potrà far giungere nelle casse dell’associazione che preferisce o alla quale è iscritto il proprio regalo.

Quindi, se volete darci un'aiuto, comprate il giornale e' votate "CHIVASSO RUGBY ONLUS"!

http://www.lanuovaperiferia.it/leggi.php?artID=2188167

mercoledì 7 dicembre 2011

Mad4Rugby - Shop online per i giocatori di rugby!

Ho aperto un negozio di materiale per rugbysti su internet che si chiama Mad4Rugby, ci si trova tutto quello che serve per il giocatore di rugby, scarpe (per ora poche!), corpetti, pettorine, termiche, baselayer, tape, paradenti, guantini, calzettoni, palloni, tacchetti, scaldamuscoli, pantaloncini, maglie insomma, tutto! E se mancasse qualcosa, segnalatemelo nella sezione contatti del sito!

RaboDirect PRO12: modifiche al calendario degli Aironi

RABODIRECT PRO12: AIRONI-CONNACHT
DEL 7 GENNAIO POSTICIPATA ALLE 16,35
CONTRO NEWPORT SI GIOCA DOMENICA 26 FEBBRAIO

Il Board del RaboDirect PRO12 ha annunciato quest'oggi alcune modifiche al calendario già annunciato fino alla diciannovesima giornata.

Sono due le novità che riguardano gli Aironi. La prima è relativa ad Aironi-Connacht del 7 gennaio. La prima partita del nuovo anno è infatti stata posticipata di 20 minuti rispetto a quanto già annunciato. Per esigenze del palinsesto di RaiSport, infatti, il calcio d'inizio sarà alle 16,35 e non più alle 16,15.

La seconda novità riguarda invece la partita interna contro i Newport-Gwent Dragons, che si giocherà allo Zaffanella domenica 26 marzo alle ore 15, il giorno successivo a Irlanda-Italia terza giornata del Sei Nazioni.

Resta invece ancora da fissare la data di Ospreys-Aironi. In questo caso bisogna aspettare i risultati e il sorteggio della FA Cup di calcio a gennaio per conoscere l'eventuale disponibilità del Liberty Stadium, casa anche dello Swansea. Le date delle due partite di Aprile (in casa con gli Scarlets e a Galway con il Connacht) verranno comunicate successivamente, mentre l'ultima giornata di stagione regolare vedrà tutte le partite in contemporanea sabato 5 Maggio, con gli Aironi che anche quest'anno ospiteranno gli Ospreys allo Zaffanella alle ore 19,30.

Questo dunque il calendario degli Aironi fino a fine stagione

DATA

PARTITA

ORA ITALIANA

TV

23/12

Aironi-Treviso

19

RaiSport 2

31/12

Treviso-Aironi

15

RaiSport 2

7/01

Aironi-Connacht

16,35

RaiSport 2

12/02

Aironi-Munster

15

RaiSport 2

TBD (17-19/02)

Ospreys-Aironi

 

 

26/02

Aironi-Newport

15

RaiSport 2

2/03

Aironi-Leinster

19

RaiSport 2

23/03

Glasgow-Aironi

20,35

RaiSport 2

30/03

Ulster-Aironi

20,05

RaiSport 2

TBD (13-15/04)

Aironi-Scarlets

 

RaiSport 2

TBD (20-22/04)

Connacht-Aironi

 

 

5/05

Aironi-Ospreys

19,30

RaiSport 2

 

 

Matteo Pia
Capo Ufficio Stampa

AIRONI RUGBY Srl Ssd
Via Pangona, 76 - 46019 Cogozzo - Viadana (MN) Italy

http://www.aironirugby.eu
www.facebook.com/aironirugby
http://twitter.com/Aironi_Rugby

 


venerdì 7 ottobre 2011

Quando finisco un libro

Ieri ho finito Alta Fedelta' di Nick Hornby. A causa di bellissimi cambiamenti nelle nostre vite ci ho messo un sacco di tempo a finirlo.
Ed ora quella sensazione di malinconia, come salutare per un lungo periodo un caro amico dopo mesi di convivenza.

domenica 25 settembre 2011

lunedì 19 settembre 2011

giovedì 15 settembre 2011

Belen con la frangetta, nuovo look per Colorado

Saranno Belen Rodriguez e Paolo Ruffini i nuovi inquilini in casa Colorado. Il collaudato programma comico di Italia 1, ormai alla sua undicesima edizione, riparte venerdì 16 per 12 puntate .
“Intrattenitore” lui, come ama definirsi per non essere scambiato per un comico visto che non si sente tale, showgirl fresca del palcoscenico sanremese lei, il passaggio a Mediaset pare averle fatto piacere, considerando che in Rai “sono più schematici, rigidi e istituzionali. Non ti danno tante libertà”.
Sul piano privato, invece, nessuna novità: “Mi piacerebbe tantissimo sposarmi e me lo chiedono sempre. Ma tempo al tempo: il momento arriverà”, ha chiarito Belen la cui relazione con il chiacchierato fotografo Fabrizio Corona continua pur tra alti e bassi. “L’amore è complicità, dopo tre anni di relazione le cose non sono sempre facili ma credo sia meglio tenersi il ‘vecchio’ – ha osservato tra il serio e il faceto -. Se te ne prendi un altro, poi i problemi ricominciano da capo”. Belen, oltre che moglie, si vede anche mamma “perchè non c’è felicità senza le nuove generazioni” e non si fa alcun problema della sua bellezza: “Nascere bella non è una colpa ma il cervello non dipende dalla fisicità”
http://www.repubblica.it/persone/2011/09/14/foto/belen_con_la_frangetta_nuovo_look_per_colorado-21670608/1/

Estiqaatsi... Il Grande capo Indiano pensa che e' importante cambio di  aspetto. Estiqaatsi... dice.

P.S.: complimenti a La Repubblica per la profondità dell'argomento.

giovedì 11 agosto 2011

Tirocinio per consegnare le pizze.

"05. Pizzera d’asporto in Vercelli cerca n. 1 fattorino patentato per tirocinio per consegna pizza a domicilio. Orario di lavoro: dal martedi alla domenica dalle ore 19.00 alle ore 22.00.
Rimborso spese di 250.00 euro mensili netti con possibilità di assunzione. Rif. 9775."

Annuncio vero, preso dal sito del comune di Saluggia.

mercoledì 20 luglio 2011

Presentazione Isana Chivasso Rugby Stagione 2011 2012

Isana Rugby Club ASD

La nostra società è stata fondata a Crescentino nel febbraio 2008 da un piccolo gruppo di giocatori di rugby che hanno deciso di smettere di fare chilometri per poter praticare il loro sport preferito, e creare quindi un club sul loro territorio. Per un anno abbiamo cercato un campo di gioco, fino a che non siamo approdati a Busignetto di Verolengo (To), a qualche chilometro da Chivasso (To).

Ci siamo allenati con costanza e abbiamo partecipato a diversi tornei amichevoli fino a che, nel settembre 2009, siamo riusciti ad iscrivere la squadra Seniores al Campionato regionale piemontese di Serie C.

La Prima squadra ha partecipato al Campionato regionale piemontese territoriale di Serie C per il secondo anno di fila, qualificandosi sesta su dieci squadre.
Nell’estate 2010 abbiamo preso parte a tre tornei internazionali con squadre francesi ed irlandesi, oltre ad un torneo di touch rugby con giocatori della Nazionale Italiana di Rugby, esperienze che verranno ripetute. Nel giugno 2011 siamo stati a giocare in Francia, gemellandoci con la squadra de La Vepillière, vicino a Lione.

Fino ad ora è stato fatto tanto: siamo riusciti ad avere due lotti di maglie per i Seniores, abbiamo partecipato a sagre, fiere, manifestazioni locali con banchetti informativi e dimostrazioni di gioco, abbiamo portato nelle scuole e nei centri estivi il nostro sport. Tutto questo ha portato alla nascita del settore giovanile come Chivasso Rugby Onlus.

Chivasso Rugby Onlus

Dall’incontro con le realtà sociali del territorio e dall’interesse di alcuni nostri giocatori e tesserati, nella primavera del 2010 è nata l’idea di creare qualcosa per portare il rugby davvero a tutti.
Seguendo l’esempio di alcune realtà gallesi con le quali siamo in contatto, abbiamo deciso di fondare la prima società italiana di “rugby integrato”, sarebbe a dire aperto anche a tutti coloro (bambini, ragazzi ed adulti) che vivano situazioni di disagio, difficoltà fisiche, di apprendimento, relazionali, fino all’handicap.
Abbiamo trovato il sostegno dell’AslTo4 e della NPI di Santhià e di Chivasso, di una realtà fortemente attenta al sociale come il CEMEA e dei Circoli didattici. La nostra idea è quella di favorire l’integrazione sociale e la comprensione delle differenze attraverso la pratica sportiva, iniziando proprio dalle giovanili, facendo leva non sulle disabilità che ci dividono, ma sulle abilità che ci uniscono.

Attualmente il Chivasso Rugby Onlus è il nome sotto il quale agiscono le giovanili dell’Isana. Alcuni dei nostri piccoli tesserati ci sono stati segnalati dal Servizio Sanitario e dagli esperti che li seguono. Possiamo dire, nella nostra breve sperimentazione ed esperienza, di avere ottenuto risultati sorprendenti che smentiscono la maggior parte dei luoghi comuni sul rugby.

Purtroppo, per motivi logistici legati alla minore età, ci farebbe comodo poter disporre di un campo d’allenamento su Chivasso, opportunità per la quale stiamo lavorando ma che – al momento – la politica non sta favorendo. Siamo certi che con questa facilità di accesso e la maggiore visibilità il movimento si incrementerebbe quasi in maniera automatica.

Nonostante questo, per la stagione sportiva 2011/12, i nostri tesserati si uniranno alle forze del Volpiano Rugby, per poter iscrivere tutte le categorie ai rispettivi campionati federali. La collaborazione con il Volpiano, pensata in un’ottica a lungo termine, significa poter creare sinergie e dinamiche positive per aumentare la copertura del territorio verso il Canavese e ampliare la nostra visibilità, le nostre competenze e l’offerta di rugby ai ragazzi.

Collaborazioni con altre società di rugby

Abbiamo ottimi rapporti con le società di rugby piemontesi e non, in particolar modo con: Ivrea, San Mauro, Settimo Torinese, Biella, Rivoli, Acqui Terme, Asti, Lecco, Piacenza, La Spezia. Quest’anno abbiamo aderito con entusiasmo alla proposta degli Aironi (una delle due franchigie che rappresentano l’Italia nella Celic League) di far parte del loro progetto, contribuendo a lavorare per selezionare e far crescere i migliori talenti della nostra zona. Siamo inoltre gemellati con la società francese della cittadina di La Verpillère, a 20 chilometri da Lione.

Le categorie

Attualmente abbiamo una squadra Seniores regolarmente iscritta al campionato ed un folto gruppo di giocatori Juniores, con età che vanno dai 10 ai 17 anni.

La squadra di Serie C inizia a dare ottimi risultati, con prestazioni inaspettate e con un coinvolgimento ed una partecipazione di un discreto numero di tesserati (oltre 40), giocatori ed appassionati che seguono la squadra sia durante le partite in casa che in trasferta.
Il territorio sui cui si svolge il Campionato di Serie C è molto vasto: le città più lontane sono infatti Novara, Aosta, Saluzzo, Acqui Terme, ma a seconda degli anni si può arrivare fino alla Lombardia o alla Liguria.

La collaborazione con il Volpiano ci permetterà di iscrivere le squadre giovanili Under 14, Under 16 ed Under 18, e di far giocare tutti, bambine e bambini dagli 8 ai 12 anni.
Il Chivasso Rugby continuerà a percorrere in autonomia il suo cammino nelle scuole della Provincia di torino e di Vercelli, forte dei suoi successi e delle sue potenzialità.

Le spese

La totalità delle spese viene coperta dalle quote sociali degli iscritti e dalla vendita di materiale che produciamo per i nostri tesserati, come magliette, giubbotti, cappellini, tute, etc., acquistati sia con i soldi delle quote sociali sia grazie all’interessamento sporadico di qualche attività commerciale della zona.

Le nostre due società hanno in gestione il campo sportivo di Busignetto di Verolengo, convertito in modo definitivo alla pratica del rugby.

Le spese di gestione vanno dalle bollette per le varie utenze quali gas, luce ed acqua (circa 2500 € annui), al materiale per il corretto svolgimento degli incontri casalinghi (materiale per tracciare le linee, bottiglie d’acqua, materiale per la pulizia, servizio medico, taglio dell’erba, piccola manutenzione, circa 150 € ad incontro, per un totale di 3000 € annui circa).

Al momento il trasporto degli atleti è a carico degli stessi, salvo qualche rimborso per le trasferte più lunghe e per rimborsi di vario genere, e raggiungono circa 1500 € euro l’anno.

Lo scorso anno 2010 abbiamo svolto tutte le nostre attività di club e gestione della struttura sportiva con una spesa di 13.000 €. Quest’anno, anche a causa dei lavori di ampliamento degli spogliatoi e di recinzione del campo di gioco (completamente autofinanziati e autorealizzati), prevediamo di dover far fronte ad un impegno più elevato.

Il materiale

Per il corretto svolgimento delle nostre attività abbiamo bisogno di varie attrezzature: palloni e materiale medico su tutti, con una spesa annua di 500 €.

A questo vanno ad aggiungersi le divise di gioco. I giocatori Seniores hanno due lotti di maglie, quello attualmente in uso offerto dal Busi Pub che si trova davanti al nostro campo di gioco, e quello dello scorso anno offerto dalla società di consulenze informatiche Synthesis3 di Torino.

Alle nostre tre giovanili mancano ancora i lotti per poterli fare giocare, al momento ci siamo accontentati di un lotto composto da maglie numerate Decathlon, ma risultano scomode e non propriamente adatte, o – in alternativa – quelle non usate dai grandi per le categorie Under 18 ed Under 16.

Un lotto da gioco costa mediamente 40 € a giocatore ed i lotti si fanno da 25, per un totale di circa 1000 €.

In estate partiremo con una squadra di touch rugby, disciplina che deriva direttamente dal rugby ma elimina tutte le situazioni di contatto come il placcaggio (rimpiazzate da tocchi con la mano) e che prevede la possibilità di avere squadre miste di 7 giocatori, composte da uomini donne e bambini, attività per la quale dobbiamo comprare le divise (circa 15€ a giocatore).

Progetti futuri

Oltre ad iscrivere 4 squadre ai vari campionati, le nostre socetà stanno lavorando su diversi progetti:

· Progetto Scuola: abbiamo già portato e porteremo il rugby nelle scuole medie e superiori del nostro territorio, intervenendo con dei piccoli corsi di avvicinamento al nostro sport (a Crescentino, Verolengo, Rondissone, Saluggia, Livorno Ferraris, Chivasso, etc.)
· Centri estivi: durante il periodo di luglio/agosto partecipiamo ai centri estivi per ragazzi facendogli giocare a rugby (lo scorso anno abbiamo lavorato a Chivasso, Rondissone, Verolengo e Saluggia e Saluzzo).
· Touch Rugby: variante del rugby a bassisimo contatto fisico per squadre miste donne, uomini e bambini, con la quale partecipare a campionati e tornei.
· Un Tocco di Azzurro: Lo scorso anno abbiamo partecipato ad un torneo di touch rugby in Valle d’Aosta dove era presente la Nazionale italiana. Ci siamo qualificati 4 su 16 squadre di tutta Italia.
· Rugby Integrato: il Chivasso Rugby, come partner del CEMEA (Centri di Esercitazione all’Educazione Attiva), sta già portando un “progetto-rugby educativo” nelle scuole medie della provincia di Torino. L’obbiettivo resta quello di creare una squadra di rugby integrato che possa favorire l’integrazione sociale e la pratica sportiva per ragazzi ed adulti con difficoltà fisiche e mentali.
· Sagre ed eventi vari: lo scorso anno abbiamo partecipato a varie manifestazioni, come la Stramangiando di Verolengo nella quale abbiamo gestito un punto di ristoro, e stiamo assiduamente partecipando a tutte le iniziative che si svolgono nei comuni vicini e che ci vedranno impegnati fino a settembre (feste dello sport, manifestazioni, giornate di festa…)

Dalla collaborazione con la casa editrice Abracabooks e l’agenzia fotografica Spin360, sta per vedere la luce un libro sul rugby di base, con prefazione di Vittorio Munari, che prevede la sua conclusione con un possibile finanziamento e conseguente diffusione da parte dei “main sponsor” della Nazionale Italiana; è allo studio la possibilità – per ora remota – di un incontro con la Nazionale stessa.

Visibilità

I mezzi di informazione locali sono molto interessati al nostro sport, possiamo garantire una discreta visibilità a chi decida di aiutarci, e siamo disponibili per valutare ogni richiesta (in allegato alcune idee):

· Siti web Isana e Chivasso: pubblicazione di articoli e banner pubblicitari sui nostri rispettivi siti.
· Volantinaggio: sui nostri volantini possiamo veicolare un messaggio o logo pubblicitario.
· Isana News: possiamo dare spazi e visibilità sul nostro giornalino informativo trimestrale.
· Loghi su divise: la Federazione di Rugby non pone limiti di loghi sulle nostre divise, possiamo metterli su calzettoni, pantaloncini e maglie.
· Loghi su gadget: produciamo vari gadget della nostra squadra, come cappellini, spallette, magliette, giacche a vento, tute, giubbotti, borse da gioco, etc.
· Striscioni pubblicitari: possibilità di mettere banner pubblicitari presso la nostra struttura.
· Denominazione delle squadre: la Federazione ci permette di associare il nome delle nostre squadre iscritte ai campionati con eventuali sponsor, come ad esempio “Sponsor Isana Rugby”, “BusiPub Isana Rugby”, etc.
· Televisione: durante una partita dell’Italia siamo stati ripresi più volte tra il pubblico e passiamo con regolarità sul programma sportivo del giovedì su Rete Canavese. Con modeste quote annuali è possibile entrare negli spazi autogestiti dalla stessa emittente, con cui siamo in contatto.

Contatti

Isana Rugby Club ASD
Via Rivetta 613040 Saluggia (Vc)
Sito Web: www.isanarugby.com
Telefono: 392.28.66.949
Fax: 0161486492

Chivasso Rugby Onlus
Via Mazzè 43/b
10034 Chivasso (To)
Sito Web: www.chivassorugby.com
Telefono: 392.28.66.949

Altre località piemontesi e comuni limitrofi: Cigliano, Livorno Ferraris, Moncrivello, Borgo D'Ale, villareggia, Mazze', Caluso, Montanaro, Brandizzo, Castagneto Po, San Sebastiano Da Po, Lauriano, Brusasco, Cavagnolo, Crescentino, Lamporo, Saluggia, Rondissone, Torrazza Piemonte.

mercoledì 25 maggio 2011

5 terre

Published with Blogger-droid v1.6.8

venerdì 20 maggio 2011

Ogni tanto qualcuno se lo dimentica...

Il PDL accusa Pisabia di essere di estrema sinistra, di essere un comunista... mentre loro vanno a braccetto con la Lega, xenofoba ed egoista, e con Storace e la Mussolini, estremisti di destra e fascisti. Chi e' più pericoloso?

Chi e' che ha distrutto la destra italiana se non Silvio Berlusconi per asservirla al suo volere?

in riferimento a:

"Italo Bocchino sferra un durissimo attacco a Silvio Berlusconi, l'uomo che "ha inquinato il centrodestra italiano", che "disdegna la legalità alleandosi con una forza antinazionale come la Lega" e che appoggia a Napoli "l'uomo di Cosentino inseguito dalla procura per fatti di camorra"."
- Parte l'offensiva in tv del Cavaliere Calderoli: "Sorpresa da lui e Bossi" - Diretta aggiornata alle 16:46 del 20 maggio 2011 - Repubblica.it (visualizza su Google Sidewiki)

giovedì 19 maggio 2011

villepreux

Published with Blogger-droid v1.6.8

giovedì 21 aprile 2011

In Meta Per Matilde!!!

Matilde Milano e' una tenera bimba di 7 mesi affetta da encefalopatia epilettogena, ritardo neuromotorio, sospetta malattia metabolica ed epilessia non trattabile. Un ciclo di cure costa 5 mila e 600 euro, e deve essere ripetuto più volte l'anno.
Noi di Isana Rugby Club ASD e Chivasso Rugby ONLUS vogliamo aiutarla, ci aiuti a raggiungere la nostra meta?


Le donazioni via bonifico vanno direttamente al conto aperto per Matilde dai genitori, le donazioni via Paypal e Carta di Credito passano attraverso il conto Paypal di Andrea Pancotti.


Elena Abbate: la mamma di Matilde, telefono 3463897222.
Andrea Milano: il papà, telefono 3282849838.
Andrea Pancotti: presidente Isana Rugby, telefono 3922866949.

mercoledì 20 aprile 2011

Corso Arbitri 28/05/2011 e 04/06/2011

La Sezione Arbitri Piemontesi organizza un corso arbitri a Verolengo (to), presso Ass. Il Confronto in via Parrocchiale 6 Sabato 28 maggio 2011 dalle ore 9.00 alle ore 18.00 e Sabato 4 giugno 2011 dalle ore 9,00 alle ore 18.00

Al corso ,completamente gratuito, possono partecipare sia uomini che donne di età compresa tra i 16 e i 45 anni.

Per ogni informazione potete contattare i signori Dal Lago Eros 335 211135 o Andreetto Maurizio 335 7529254.

in riferimento a: COMITATO REGIONALE PIEMONTE - Federazione Italiana Rugby - CORSO ARBITRI (visualizza su Google Sidewiki)

Brian O'Driscoll ci sarà con gli Aironi

Insieme al compagno di reparto Gordon D'Arcy aveva saltato il derby contro l'Ulster lo scorso weekend. Ma Brian O'Driscoll come il compagno sarà abile e arruolato per il match di questo fine settimana che porterà sabato il Leinster a Viadana per la sfida contro gli Aironi. Recuperati dagli infortuni, dunque, come anche Leo Cullen e Kevin McLaughlin, mentre Shane Jennings ha superato il test nordirlandese e sarà ancora dei giochi.

Appuntamento sabato allo Stadio Zaffanella con fischio d'inizio alle 14.30.

in riferimento a: Celtic League - Leinster: Brian O'Driscoll ci sarà con gli Aironi - Rugby 1823 (visualizza su Google Sidewiki)

lunedì 18 aprile 2011

settimo rugby.

Published with Blogger-droid v1.6.8

Io e la Chiesa

Mi fa impressione essere, per due volte in un paio di giorni, d'accordo con due esponenti della Chiesa.
Da una parte il Cardinale Tettamanzi che critica chi non vuole farsi giudicare dalla Legge, d'altra il Don che gioca nel Moncalieri Rugby.
Rigurgito di Cristianesimo? Sto' facendo il percorso di Ferretti Lindo Giovanni?

in riferimento a:

""Perché molti agiscono con ingiustizia, ma non vogliono che la giustizia giudichi le loro azioni?". Se lo chiede l'arcivescovo di Milano, Dionigi Tettamanzi, nel corso dell'omelia pronunciata in Duomo in occasione della Domenica delle Palme. Quelli che stiamo vivendo oggi, secondo l'arcivescovo sono "giorni strani. I più dotti potrebbero dirli giorni paradossali"."
- "Ingiusti non vogliono essere giudicati" Milano, monito del cardinale Tettamanzi - Milano - Repubblica.it (visualizza su Google Sidewiki)

mercoledì 13 aprile 2011

Boicotta Sony!

I prodotti Sony sono sempre di ottima qualità, ma assolutamente mal gestiti. La mia esperienza con il brand giapponese non e' delle più piacevoli (vedi i mancati aggiornamenti per il telefono X10 Mini Pro), e mi unisco al boicottaggio fino a quando il colosso giapponese non rivedrà le sue politiche aziendali.

in riferimento a:

"Hotz, divulgato l'accordo, scrive che non acquisterà più alcun device Sony unendosi al boicottaggio dei prodotti e invitando altri a farlo."
- PI: Sony contro GeoHot, accordo per farla finita (visualizza su Google Sidewiki)

martedì 12 aprile 2011

Eternit Giustizia... ?!

E pensare che il processo Eternit ep proprio nel nostro Piemonte, diventato roccaforte della Lega, che supporta Berlusconi.

in riferimento a:

""Berlusconi continua ad andare avanti con le sue leggi ad personam - dice Gianfranco Mascia del Popolo Viola - e non si preoccupa delle migliaia di processi che verranno prescritti per salvarlo dai suoi processi". E scorrere la lista dei procedimenti a rischio, si resta senza fiato: Terremoto dell'Aquila, infortuni mortali sul posto di lavoro, Strage di Viareggio, Crac Parmalat, Crac Cirio, il processo Eternit di Torino, i rifiuti a Napoli. Tutto per "salvare Silvio Berlusconi"."
- L'Aquila, treno Viareggio, morti sul lavoro i parenti delle vittime contro il processo breve - Repubblica.it (visualizza su Google Sidewiki)

Il Mito della Duplicazione del Machine SID

Nella mia esperienza lo sapevo già, ma in questo articolo Mark Russinovich, guru Microsoft, spiega perche' la duplicazione del SID macchina non e' un problema in un dominio, e perchè non si deve cambiare.
Alla faccia dei miei colleghi europei che insistono a farmi cambiare il SID senza motivo.

in riferimento a:

"The more I thought about it, the more I became convinced that machine SID duplication – having multiple computers with the same machine SID – doesn’t pose any problem, security or otherwise. I took my conclusion to the Windows security and deployment teams and no one could come up with a scenario where two systems with the same machine SID, whether in a Workgroup or a Domain, would cause an issue."
- The Machine SID Duplication Myth (and Why Sysprep Matters) - Mark's Blog - Site Home - TechNet Blogs (visualizza su Google Sidewiki)

giovedì 24 marzo 2011

Torneo Nazionale Giovanile “Bianca&Roberto” 2011

L’Ivrea Rugby Club asd è lieta di invitare la Vs Società alla 11° edizione del Torneo Nazionale “Bianca & Roberto”, programmato per domenica 1 Maggio presso il Campo Sportivo “D. Santi” – Quartiere S.Giovanni di Ivrea.

Il Torneo è riservato alle categorie Propaganda U12, U10,U8 e U6

in riferimento a:

"Il Torneo è riservato alle categorie Propaganda U12, U10,U8 e U6"
- Torneo Bianca&Roberto (visualizza su Google Sidewiki)

23 Marzo 2011 - SABATO UNA PARTITA SPECIALE PRIMA DI AIRONI-CONNACHT

Il rugby è sport che unisce: possono giocare quelli alti due metri insieme a quelli di 1.70, quelli di un certo peso e non velocissimi a fianco di quelli dal fisico asciutto e rapidi. Il rugby “sport delle possibilità creatrici” vuole essere in questo senso lo sport della valorizzazione delle differenze. Proprio per questo Laboratorio Sportivo asd, grazie alla disponibilità, sensibilità e collaborazione degli Aironi Rugby, ha voluto dar vita ad un pomeriggio particolare per due squadre particolari, quella del Centro Bresciano Down Rugby e quella degli Invictus Rugby Prato, squadre formate da persone che vivono la vita in dinamiche complesse.
L’appuntamento è per sabato 26 marzo alle ore 15 sul campo Zaffanella 2 di Viadana, adiacente quello principale che alle 17,30 ospiterà poi la sfida di Magners League tra gli Aironi e gli irlandesi del Connacht. Un momento sportivo e conviviale creato per far conoscere ulteriormente queste realtà, per veicolare ancora una volta il messaggio che lo sport, il rugby, unisce, perché quando arrivi a giocare su quel campo nessuno si focalizza su “chi sei” e che problema hai.
Un ringraziamento particolare va a Conad e Centrale del Latte di Brescia, che si sono prestati senza indugio a supportare il progetto contribuendo materialmente per il terzo tempo, al Cus Brescia, che è parte attiva nel percorso del CBD, al Comitato Regionale Lombardo Fir, a I Cavalieri Rugby Club che sono parte attiva del percorso degli Invictus, alla Regione Toscana ed al Csi toscano che ne sostengono il progetto il quale rientra in un progetto più ampio dal titolo “Agonismo Etico” sviluppato da CSI Toscana, Comitato Regionale Toscano Rugby e Laboratorio Sportivo.
Una volta terminato il divertimento sul campo, le due squadre saranno ospiti degli Aironi e assisteranno sulle tribune dello Zaffanella alla partita di Magners League tra Montepaschi e Connacht.
L’invito rivolto a tutti i tifosi è quello di arrivare in anticipo allo stadio per poter applaudire anche questi campioni.

in riferimento a: SABATO UNA PARTITA SPECIALE PRIMA DI AIRONI-CONNACHT (visualizza su Google Sidewiki)

mercoledì 23 marzo 2011

Ciao Liz!

E' morta oggi una delle più grandi attrici del cinema hollywoodiano. Elizabeth "Liz" Taylor si è spenta a 79 anni, dopo due premi Oscar come miglior attrice, dopo decine di grandi successi, sette mariti, otto matrimoni e una frase che non verrà ricordata nelle sue biografie ufficiali, ma che un amante della palla ovale non può non ricordare.

"Preferisco il rugby al calcio... Mi piace la violenza del rugby, sino a quando cominciano a strapparsi le orecchie".
Addio gatta sul tetto che scotta.

in riferimento a:

"Lutto nel Cinema - Addio Liz Taylor, l'attrice che preferiva il rugby al calcio"
- Lutto nel Cinema - Addio Liz Taylor, l'attrice che preferiva il rugby al calcio - Rugby 1823 (visualizza su Google Sidewiki)

Archigusto, cucina piemontese a Crescentino (VC)

Gusti molto interessanti ed a volte sorprendenti. Una piccola grande sorpresa nel centro di Crescentino, ristorante che abbraccia la cultura slow food e che ne utilizza i prodotti dei presidi. Eravamo in 3 persone per una cena di lavoro, per un pasto composto da (perdonate se non sono preciso!) tomini con marmellata di cipolle (ottime!), ravioli di formaggio di fossa con castagne (superbo!), filetto di fassone (incredibile!), dolce bis con gelato alla crema e biscotti della gremola di Saluggia e ``patè`` di nocciole piemontesi (assurdamente buono!!!), barbera superiore ``le orme``, acqua, caffe` e grappa per circa 42 euro a persona. Quantità delle porzioni ideale per assaporare i sapori e per non morire soffocati! Nota di merito al cameriere/padrone, le sue spiegazioni sulle origini degli ingradienti e` stata piacevole e di ottima compagnia! Da ritornarci con l`amico mangione David. Un voto alto da confermare quando cambieranno il menù.

in riferimento a:

"Commento di Anpan - Voto 8.5 - Data 2011-03-23"
- # Commenti su Archigusto a Crescentino (VC), Cucina Piemontese (visualizza su Google Sidewiki)

giovedì 17 marzo 2011

GIAPPONE: UN SMS AL 45500 PER DONARE 2 EURO - La Croce Rossa Italiana in sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto e dallo tsunami. Attivata raccolta fondi

A seguito del terribile terremoto che ha devastato il Giappone, la Croce Rossa Italiana ha avviato una raccolta fondi in sostegno delle popolazioni colpite dal sisma e dallo tsunami.
Per donare 2 euro alla Croce Rossa Italiana "Pro Emergenza Giappone" è possibile inviare un SMS da cellulari TIM, Vodafone, Wind, 3, CoopVoce, Tiscali o da telefono fisso Telecom, Infostrada, Fastweb, Teletu e Tiscali al numero 45500.

I contributi raccolti dalla CRI saranno impiegati per supportare le attività di assistenza della Croce Rossa Giapponese a favore delle persone colpite, in stretta collaborazione con la Federazione Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa e con il Comitato Internazionale della Croce Rossa.
Oltre all'invio di un SMS, le altre modalità per donare sono:

* Donazione online sul sito www.cri.it - causale "Pro emergenza Giappone";

* Bonifico bancario - causale "Pro emergenza Giappone" - IBAN: IT 19 P 01005 03382 000000200208

* Conto corrente postale n. 300004 intestato a: "Croce Rossa Italiana, via Toscana 12 - 00187 Roma" - causale "Pro emergenza Giappone"

in riferimento a:

"GIAPPONE: UN SMS AL 45500 PER DONARE 2 EURO - La Croce Rossa Italiana in sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto e dallo tsunami. Attivata raccolta fondi"
- Croce Rossa Italiana - GIAPPONE: UN SMS AL 45500 PER DONARE 2 EURO - La Croce Rossa Italiana in sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto e dallo tsunami. Attivata raccolta fondi (visualizza su Google Sidewiki)

lunedì 14 marzo 2011

L'Italia fa la storia: 22-21. Francia k.o. nel Sei Nazioni.

Incredibile impresa degli azzurri al Flaminio: vittoria in rimonta con la meta di Masi e i calci di Bergamasco. E' il primo successo contro i transalpini nella storia del Torneo, a quattordici anni di distanza dalla vittoria di Grenoble. Sbagliati i fischi sui calci di Parra

ROMA, 12 marzo 2011 - Eccola! Quattordici anni (meno dieci giorni) dopo il trionfo di Grenoble, la Francia cade nuovamente sotto i colpi di un’Italia come quel giorno commovente, indomita, feroce. Come nel 1997, quando in palio c’era la Coppa Europa e non l’odierno “Trofeo Garibaldi”, i nostri, capaci di un parziale di 16-3 negli ultimi 21 minuti (dopo la meta di Parra il punteggio era 6-18), hanno sfruttato al massimo la deconcentrazione dei fortissimi rivali. Se nel secolo scorso, i neo vincitori dell’allora Cinque Nazioni avevano avuto l’alibi dei festeggiamenti dopo il trionfo nel Championship, stavolta la festa azzurra, la prima nell’era Sei Nazioni contro i cugini, è iniziata forse nel momento in cui i transalpini hanno deciso di prepararsi per il match del Flaminio nel modo in cui si preparano le amichevoli, lasciando il ritiro per tornare a casa giorno dopo giorno. E la stampa francese con loro: "Vacanze romane" titolava stamani L'Equipe.

MAI SOTTOVALUTARE — Nel rugby non si fa così, la concentrazione, anche quando si è una corazzata e all’orizzonte appare l’Italia senza vittorie nel 2011, non si crea in 48 ore e da oggi Lievremont se lo ricorderà bene. Il c.t. avrà di che difendersi dai meritati attacchi di una stampa che, se dopo Twickenham l’aveva criticato, adesso pare pronta alla lapidazione sportiva. Masi “Man of the Match” (e autore dell’unica meta azzurra) completa il quadro di un trionfo che costringe i Galletti a bersi la cicuta, occasionalmente servita da un cucchiaio di legno che i nostri, finalmente, possono eliminare dai loro incubi in vista del match di Edimburgo.

UN SOLO SUSSULTO — Che la Francia fosse in versione a scartamento ridotto, si era capito subito, dal primo quarto d’ora di gara completamente nelle mani di Parisse e soci. La stessa meta di Clerc (che sull’out sinistro si è bevuto Canale, superato dal pallonetto), infatti, è figlia non di un’azione orchestrata dai fenomenali trequarti di Lievremont ma da un calcetto posticcio di Masi pescato facilmente da Medard. Errori banali come aperture al vento e in avanti gratuiti consentono però all’Italia di tenere egregiamente il campo, trascinata da Parisse e Masi, meno invece da Castrogiovanni e dalla mischia, in sofferenza (soprattutto Lo Cicero al cospetto di Mas) contro la tozza e per questo granitica prima linea francese. Trinh-Duc, nonostante l’intercetto su Garcia che aveva dato il "la" all’avanzamento Blues sfociato poi nella meta, è l’emblema della “Francina” con poca testa sulla partita, scesa a Roma per chiudere alla svelta la contesa e le ricche polemiche che in patria avevano caratterizzato il dopo-Twickenam. Non a caso, al primo, vero sussulto da grande Francia, il match pare teoricamente chiudersi.


ITALIA CUORE E GAMBE — Sulla meta di Parra, al 10’ delle ripresa, i Blues, conquistata la touche, sventagliano da sinistra a destra, quindi rientrano e lanciano Trinh-Duc, che si porta a spasso mezza difesa italiana e serve a Parra la palla che il mediano schiaccia sotto i pali). In un Italia-Francia normale, a questo punto, il pathos avrebbe lasciato spazio all’accademia transalpina; invece l’Italia getta tutto, cuore e gambe, nella metà campo avversaria. Bergamasco sbaglia due calci non difficili in pochi minuti, ma neanche questo frena l’impeto italiano, anche in questo caso favorito dall’abulia di un XV francese che in attacco non incide e in difesa regala molti falli (in tutto 11). E visto che per mezzora di touche non ce ne sono (alla fine ne perderemo 2 su 5 contro le 0 su 8 dei rivali), non può neanche approfittare dei nostri regali sulla rimessa laterale.

PER FRANCESCATO — A 21' dalla fine, sulla meritata meta alla bandierina di Masi, buona parte del merito va al debuttante (da

in riferimento a: L'Italia fa la storia: 22-21, Francia k.o. nel Sei Nazioni - La Gazzetta dello Sport (visualizza su Google Sidewiki)

martedì 1 marzo 2011

Nel mentre, nell'Occidente civilizzato...

Lo accusano di plagio della sua tesi di laurea, ed il Ministro della Difesa tedesco si dimette. Ma siamo in Germania o su Marte? Da noi manco se vanno a prostitute minorenni si dimettono!

"BERLINO - Bufera sul governo di Angela Merkel. Messo alle strette dallo scandalo della sua tesi di dottorato plagiata 1, il ministro della Difesa, barone Karl Theodor zu Guttenberg si è dimesso. Con lui il centrodestra (la coalizione formata dalla Cdu della cancelliera, dal partito-fratello bavarese Csu cui appartiene Guttenberg, e dai liberali del vicecancelliere Guido Westerwelle) perde un uomo-chiave, l'enfant prodige che fino a prima dell'esplosione dell'affaire era definito da tutti i sondaggi l'uomo politico più popolare del paese, anche più della stessa premier.

"Non ce la faccio più, ho raggiunto i limiti della sopportazione", ha detto il barone zu Guttenberg stamane poco dopo le 11 annunciando la sua scelta di gettare la spugna. A soli 39 anni, egli sembra alla fine di quella che sembrava una promettente carriera politica da astro nascente. E sostituirlo per Angela Merkel non sarà facile nel complicato gioco di equilibrio tra poltrone e poteri nel suo partito e nella Csu.

Figlio d'una famiglia di antica nobiltà, dinamico, elegante ma anche appassionato di musica rock, sposato a una discendente del Cavour tedesco (il padre dell'unità nazionale, cancelliere Otto von Bismarck) Guttenberg è inciampato su un errore clamoroso. O meglio, una macchia nera del suo passato, finora sconosciuta, è stata scoperta dagli attivissimi investigative
reporters dei media tedeschi. E'stata la Sueddeutsche Zeitung, il prestigioso quotidiano liberal di Monaco di Baviera, a scoprire qualche settimana fa che il ministro aveva sistematicamente copiato e plagiato nella scrittura della sua tesi di dottorato. Senza citare le fonti.

E' un caso che in Italia, a fronte degli scandali di casa, farebbe ridere. Ma in Germania certi peccati, come la truffa o l'inganno, sono presi molto sul serio. Specie se si sospetta che siano i politici d'alto rango a commetterli. All'inizio Guttenberg aveva minimizzato, parlando di errore in buona fede. Poi, messo sotto pressione dalle accuse dei media e delle opposizioni (Spd, Verdi, Linke) si era rassegnato a rinunciare al titolo di dottore. Troppo poco e troppo tardi per sottrarsi al crescente fuoco di fila delle critiche. Anche esponenti del centrodestra, tra cui la ministro Annett Schavan, avevano detto di vergognarsi per il caso Guttenberg. E nelle ultime ore centinaia di rettori, docenti universitari e accademici avevano scritto e pubblicato una lettera di protesta indirizzata alla cancelliera. Una simile leggerezza in un caso di plagio in una tesi, affermano, è inaccettabile, ne va del rispetto e della reputazione del mondo scientifico. E stamane appunto Guttenberg si è arreso. Né la sua popolarità, né l'appoggio aperto della Bild, il quotidiano più letto d'Europa, sono bastati a salvare la sua carriera.

Con Guttenberg Angela Merkel perde uno dei ministri più importanti del suo governo, e la Difesa si trova scoperta proprio mentre, tra la continua emergenza della missione in Afghanistan e la crisi in Libia, Berlino ha bisogno di capacità di decisioni veloci a fianco degli alleati Ue e Nato. Unica consolazione per la Cancelliera: con il barone ed 'ex dottore', come i media chiamano ironicamente il ministro copione, esce di scena il rivale più temibile nel centrodestra. Da tempo le ambizioni di Guttenberg di diventare un giorno capo dell'esecutivo erano palesi. Ancora una volta 'Angie' ha avuto la meglio sui suoi rivali maschi. Ma lo scandalo Guttenberg è un pesantissimo colpo d'immagine per il centrodestra tedesco, in questo 2011 in cui, dopo la disfatta elettorale di Amburgo due domeniche fa, si svolgeranno in altri 6 dei 16 Stati della Repubblica federale consultazioni politiche che si annunciano molto pericolose per la coalizione al potere."

in riferimento a: Tesi di dottorato copiata Guttenberg si è dimesso - Repubblica.it (visualizza su Google Sidewiki)

lunedì 28 febbraio 2011

Il Rugby in cifre

Scozia
Popolazione: 5 milioni
Giocatori seniores: 11.687
Numero club: 251
Giocatori ogni mille abitanti: 2,34

Irlanda
Popolazione: 5,6 milioni
Giocatori seniores: 25.440
Numero club: 221
Giocatori ogni mille abitanti: 4,54

Galles
Popolazione: 3 milioni
Giocatori seniores: 22.408
Numero club: 326
Giocatori ogni mille abitanti: 7,47

Inghilterra
Popolazione: 50 milioni
Giocatori seniores: 166.762
Numero club: 2.099
Giocatori ogni mille abitanti: 3,34

Francia
Popolazione: 61 milioni
Giocatori seniores: 110.270
Numero club: 1.781
Giocatori ogni mille abitanti: 1,81

Italia
Popolazione: 58 milioni
Giocatori seniores: 15.848
Numero club: 784
Giocatori ogni mille abitanti: 0,27

Fonte allrugby.it

La tabella qui sopra aiuta un po' a capire quali sono i problemi del rugby italiano, e fornisce buone indicazioni per come migliorare tutto il settore: abbiamo una percentuale troppo ristretta di popolazione che pratica il rugby, solo il 0.27 per mille che ci porta all'ultimo posto se paragoniamo questo dato a quello delle altre 5 nazioni.
Ma il dato ancora più significativo e' che siamo la seconda nazione in termini di numerosità della poplazione, ma siamo al quinto posto per numero di praticanti.
Da anni la Federazione Italiana Rugby spinge sul rugby ad alto livello (6 Nazioni ed Celtic League), nella speranza che la visibilità di questi eventi porti a far crescere la base del movimento rugbystico. Ma se la Nazionale non vince, come si può pensare di far avvicinare più popolazione a questo sport?
Penso che la FIR debba prendersi del tempo a rafforzare la base, a diffonderlo più attivamente per portare gente su un campo a giocare, invece di sperare di rafforzare il movimento facendolo sedere in poltrona a vedere le partite in cui la nostra Nazionale perde sempre.
Non diamo colpa a Nick Mallet, allenatore della nazionale, per lo stato attuale del rugby italiano.
Un bacino di giocatori più ampio vuole dire avere più santi, navigatori e poeti da portare a giocare nelle competizioni ad alto livello e, magari, regalarci il sogno di una squadra vincente.

http://www.mad4rugby.it/phpBB/viewtopic.php?f=5&t=24

giovedì 17 febbraio 2011

Le priorità del governo italiano.

Semplice, inebetirle davanti alla televisione, e rallentare l'accesso alle informazioni su internet.

"Il Senato ha approvato un emendamento al milleproroghe che la dice lunga sulle priorità del governo. Sposta 30 milioni dai fondi banda larga, a favore delle attività che accompagano il passaggio al digitale terrestre.

Il ministro Paolo Romani allo Sviluppo Economico si è affrettato a spiegare che non sono soldi presi dai 100 milioni di fondi Fas appena stanziati contro il digital divide. E' vero; ma comunque sono fondi sottratti alla lotta al digital divide. L'emendamento- che ora deve passare al vaglio della Camera, dove probabilmente sarà approvato- parla chiaro.

'Sono prorogati per l'anno 2011 gli interventi di cui all'articolo 1, commi 927, 928 e 929 della legge 27 dicembre 2006, n. 296. Per le finalità di cui al periodo precedente è autorizzata la spesa di 30 milioni di euro per l'anno 2011, da destinare al rifinanziamento del Fondo per il passaggio al digitale di cui all'articolo 1, comma 927, della legge 27 dicembre 2006, n. 296. Ai relativi oneri, pari a 30 milioni di euro per l'anno 2011, si provvede nell'ambito delle risorse finalizzate ad interventi per la banda larga dalla legge 18 giugno 2009, n. 69, nell'importo complessivo deliberato dal CIPE in data 11 gennaio 2011'.

Già: non dai fondi Fas ma da quelli Cipe è stato fatto il travaso. Soldi promessi da circa due anni: all'origine si trattava di 800 milioni, poi ridotti a 400 da una delibera Cipe di due mesi fa. Ricordiamo infine che non sono stati ancora sbloccati e quindi al momento non sono utilizzabili per estendere le infrastrutture banda larga. Ma certo nei prossimi mesi si riveleranno necessari per eliminare davvero il digital divide ("entro il 2013" secondo le ultime promesse di Romani)."

in riferimento a: Il governo toglie 30 milioni alla banda larga e li dà alla tv - Wired.it (visualizza su Google Sidewiki)

Rugby, in Spagna no al terzo tempo "Solo una scusa per ubriacarsi"

Incredibile a Barcellona: la tradizione del dopo partita della palla ovale è stata vietata con tanto di macchina della polizia municipale, lampeggianti e palette. "Ci accusano di fare bere anche i bambini, ma è assurdo, il motivo è che non conoscono il nostro sport"
di RAFFAELE R. RIVERSO

BARCELLONA - Quando ha visto la macchina della polizia municipale allo stadio, non poteva crederci. Jordi Homs, presidente del club di rugby CN PobleNou-Enginyers, sapeva che i vigili erano venuti a controllare "il normale svolgimento" del terzo tempo: "Ci accusano anche di ubriacare i bimbi, è assurdo". Casualmente alla partita di terza divisione, che il club barcelonista giocava contro una squadra di Valencia, c'era in visita il presidente della federazione spagnola di rugby, Alfonso Mandado, che è rimasto impietrito quando ha visto lampeggianti e palette.

I problemi sono iniziati quando il comune di Barcellona ha deciso di attuare "senza eccezioni" la normativa che proibisce bere e mangiare all'interno di impianti sportivi fatto salvo il recinto del bar: "Quello che vogliono - inveisce Homs - è che andiamo a fare il terzo tempo al bar e non nel nostro clubhouse (sempre all'interno dello stadio) dove abbiamo i nostri trofei, le nostre fotografie, le magliette internazionali. L'ambiente perfetto per un terzo tempo. Non è una questione di soldi, bensì di principi".

Ed è per questo motivo che i vigili erano lì: "Ci fanno mobbing. Controllano che nessuno di noi esca a prendere una boccata d'aria fuori dal clubhouse, con una birra o un panino, anche solo per pochi istanti". Il perché di questo "sequestro" secondo Jordi sta nel fatto che al Comune "conoscono così poco il rugby che pensano che il terzo tempo sia un
momento per ubriacarsi. Il nostro è uno sport di aggressività regolata. Il terzo tempo è il ritorno all'ordine dopo il caos". Naturale, come la quiete dopo la tempesta: "Si tratta di un momento di pace dove sfogare tutta l'adrenalina che si è accumulata durante gli 80 minuti. Perché nel rugby non ci sono nemici, ma solo avversari. Il fatto è che al Comune di Barcellona per quando riguarda il rugby regna l'ignoranza". Il terzo tempo, infatti, è il trait d'union tra una partita del Sei nazioni e una di Terza divisione. È il momento in cui si annullano le differenze tecniche e tutti i rugbisti si sentono uguali.

Però il peggio è arrivato quando sono stati accusati di ubriacare i bambini: "Non sanno più cosa fare. Ci hanno addirittura accusato di dare della birra ai bambini, quando l'unica cosa che bevono è aranciata. E poi lasciano che la gente si ubriachi, questa volta per davvero, sulla Rambla". Il divieto, inoltre, proibisce di fatto al club di "organizzare un barbecue, perché farlo all'interno del clubhouse vorrebbe dire intossicarci di fumo. Questo non ci permette di fare le cose come vorremmo. Il terzo tempo è il momento in cui si dimostra il proprio spirito di ospitalità nei confronti della squadra avversaria, che farà lo stesso quando noi andremo a visitarli". Capire questo, per una società calcio-pensante, dove spesso il tuo avversario è anche il tuo nemico, non sempre è facile.

(17 febbraio 2011)

in riferimento a: Rugby, in Spagna no al terzo tempo "Solo una scusa per ubriacarsi" - Repubblica.it (visualizza su Google Sidewiki)

mercoledì 16 febbraio 2011

L' a Ventura della Papi-Fico sull' Isola de Infamosi.

Da tenere a mente che su 8 edizioni de "L'Isola dei Famosi" 6 avevano delle papi-girl e che la Fico ha partecipato ai Bunga Bunga.

"Raffaella Fico se la giocherà come tutte le altre" (Simona Ventura)

"Raffaella Fico non ha mai dimenticato i valori fondamentali della vita" (Simona Ventura)

"Raffaella Fico divenne celebre quando mise all'asta la sua verginità per un milione di euro" (L'Isola dei Famosi)

in riferimento a:

""Raffaella Fico non ha mai dimenticato i valori fondamentali della vita" (Simona Ventura)"
- Morandi istituzione Luce e Paolo la vivacità - Repubblica.it (visualizza su Google Sidewiki)

Berlusconi e wikipedia.

Siete mai andati a leggere la pagina di Berlusconi su Wikipedia?

Riporto il piccolo pezzo che tratta delle leggi fatte per lui stesso, le leggi ad personam:

Fra le leggi contestate vi sono leggi che avrebbero fornito immediati vantaggi su procedimenti penali in corso contro Berlusconi e leggi che avrebebro fornito vantaggi economici, tra le prime rientrano le seguenti leggi:

1)Legge sulle rogatorie internazionali (Legge n. 367/2001[137]): limita l'utilizzabilità delle prove acquisite. Con questa legge i movimenti illeciti sui conti svizzeri effettuati da Cesare Previti e Renato Squillante, al centro del processo Sme-Ariosto 1 sono stati coperti.

2)Riforma del diritto societario (D. Lgs. n. 61/2002[138]): depenalizzazione del falso in bilancio che ha consentito a Berlusconi di essere assolto nei processi "All Iberian 2" e "Sme-Ariosto 2" perché "il fatto non è più previsto dalla legge come reato".

3)Legge Cirami sul legittimo sospetto (Legge n. 248/2002[139]): introduzione del "legittimo sospetto" sull'imparzialità del giudice che permette la ricusazione e il trasferimento del processo ad un altro giudice.

4)Lodo Schifani (Legge n. 140/2003[140]): introduzione del divieto di sottomissione a processo delle cinque più alte cariche dello Stato tra le quali il presidente del Consiglio in carica. La legge è dichiarata incostituzionale il 13 gennaio 2004[141]. Fu riapprovato con qualche modifica nel 2008 (vedi punto 16).

5)Segreto di Stato sull'area denominata “Villa La Certosa” di Punta della Volpe (Olbia)(decreto del Ministro dell'Interno 6 maggio 2004 prot. n. 1004/100 – 1158): l'apposizione del segreto di Stato sulla villa di Berlusconi impedì le ispezioni disposte dal Tribunale di Tempio Pausania nell'ambito di un'indagine penale per violazione delle normative in materia edilizia ed ambientale[142].

6)Legge Pecorella (Legge n. 46/2006[143]), proposta dal parlamentare Gaetano Pecorella, avvocato di Silvio Berlusconi, che sanciva l'inappellabilità da parte del pubblico ministero per le sole sentenze di proscioglimento (DL n. 3600), bocciata quasi integralmente nel 2007 dalla Corte Costituzionale[144]

7)Legge ex-Cirielli (Legge n. 251/2005[145]): riduzione della prescrizione, che ha consentito l'estinzione dei processi "Lodo Mondadori", "Lentini", "Diritti tv Mediaset" per decorrere dei tempi processuali.

8)Lodo Alfano (Legge n. 124/2008[146]), riproposizione del Lodo Schifani, emanato poco prima della conclusione del processo per corruzione dell'avvocato David Mills in cui Berlusconi era coimputato. Dichiarato incostituzionale il 7 ottobre 2009[147].

9)Legittimo impedimento (Legge n. 51/2010[148]): per 18 mesi il Presidente del Consiglio è legittimamente impedito a comparire in aula di tribunale se impegnato in attività di governo.

Tra le leggi che avrebbero dato vantaggi economici vengono citate le seguenti:

1)Tremonti bis (Legge n. 383/2001, art. 13[149]): abolizione dell'imposta su successioni e donazioni per grandi patrimoni, che in precedenza l'Ulivo aveva abolita per patrimoni fino a 350 milioni di lire.

2)Finanziaria 2003 (Legge n. 289/2002, art. 9[150]): introduzione di un condono fiscale, di cui hanno beneficiato anche le imprese del gruppo Mediaset.

3)Decreto salva-calcio (Legge n. 27/2003, art. 3[151]): concessione alle società sportive della possibilità di diluire le svalutazioni dei giocatori sui bilanci in un arco di dieci anni, con importanti benefici economici in termini fiscali. La norma ha trovato applicazione anche all'A.C. Milan.

4)Lodo Retequattro (Decreto-legge n. 352/2003[152]): ha permesso a Rete 4 di continuare a trasmettere in analogico.

5)Finanziaria 2004 (Legge n. 350/2003, art. 4, comma 153[153]) e Finanziaria 2005 (Legge n. 311/2004, art. 1, comma 246[154]): introduzione di un incentivo statale all'acquisto di un decoder. A beneficiare prevalentemente dell'incentivo è stata la società Solari.com, il principale distributore in Italia dei decoder digitali Amstrad del tipo Mhp, controllata al 51% da Paolo e Alessia Berlusconi.

6)Legge Gasparri (Legge n. 112/2004[155]): introduzione del sistema integrato delle comunicazioni (SIC) e riordino del sistema radiotelevisivo e delle comunicazioni. Nel 2004 il presidente di Mediaset, Fedele Confalonieri, ha stimato i vantaggi derivanti dalla legge Gasparri per il gruppo di Silvio Berlusconi fra 1 e 2 miliardi di Euro[156].

7)Estensione del condono edilizio alle zone protette (Legge n. 308/2004, art. 1 commi 36-39[157]): ammissione delle zone protette tra le aree condonabili, comprese quelle della villa "La Certosa" di proprietà di Berlusconi.

8)Testo unico della previdenza complementare (Decreto Legislativo n. 252/2005[158]): introduzione di una serie di norme che favoriscono fiscalmente la previdenza integrativa individuale, a beneficio anche della società assicurative di proprietà della famiglia Berlusconi.

9)Decreto anticrisi (Decreto-legge n. 185/2008, art. 31[159]): abolizione dell'IVA agevolata del 10% sulla pay tv via satellite (dominata da Sky Italia) che ritorna così all'aliquota standard del 20%. Tale operazione di allineamento delle imposte era stata richiesta dalla Commissione europea in seguito ad un reclamo presentato alla commissione stessa[160]. L'iniziativa legislativa ha suscitato nell'opposizione (principalmente per voce di Antonio di Pietro)[161] diverse polemiche poiché viene visto in questo provvedimento un modo per penalizzare Sky Italia, principale concorrente privato di Mediaset.

10)Acquisto delle proprie azioni (Legge n. 33/2009, art. 7, commi 3-quater e 3-sexies[162]): viene aumentata la soglia di capitale (dal 3% al 5%) che gli azionisti con una partecipazione superiore al 30% possono acquisire senza essere soggetti all’obbligo di promuovere un'offerta pubblica di acquisto totalitaria; e viene incrementato (dal 10% al 20%) il limite massimo previsto dall’art. 2357 cc. nei confronti delle società per azioni in materia di acquisto di azioni proprie con l’intento di prevedere strumenti di difesa delle società rispetto a possibili manovre speculative (OPA)[163].

11)Scudo fiscale (Legge n. 102/2009, art. 13-bis[164]): permette, pagando un'imposta una tantum del 5%, di rimpatriare o regolarizzare le attività finanziarie e patrimoniali frutto di evasione fiscale detenute all'estero.

12)Liti pendenti col fisco (Legge n. 73/2010[165]): la Mondadori ha utilizzato il provvedimento per chiudere un contenzioso col fisco pendente dal 1991 pagando 8 milioni e 653 mila euro al posto dei 173 milioni pretesi dall'erario[166].

Anche se non rientra nel novero delle leggi, possiamo citare a tal proposito il ricorso del governo contro la legge della regione Sardegna al divieto di costruire a meno di due chilometri dalle coste (ricorso n. 15/2005 alla legge regionale 8/2004) (che bloccava, tra l'altro, l'edificazione di "Costa Turchese", insediamento di 250.000 metri cubi della Edilizia Alta Italia di Marina Berlusconi)[167].


lunedì 14 febbraio 2011

Un motivo in più per boicottare Sanremo.

La prima domanda per le due bellissime versione bon ton, per la prima volta insieme, è sulla grande manifestazione di domenica che ha portato in piazza un milione di donne. Belen, camicetta di seta crema e gonna al ginocchio, e Elisabetta Canalis, in tubino nero, hanno l'aria di saperne pochissimo. Notizia non pervenuta. "Io non ci sarei andata - dice la Canalis - secondo me non c'era bisogno di farla. Credo che il significato della manifestazione, i valori della dignità e del rispetto, non vadano messi in luce o gridati il giorno del corteo. Dovrebbe esserci sempre". "Possono fare tutte le manifestazioni che vogliono, ma le donne senza valori ci sono in Italia e da tutte le parti. E' dalla base che bisogna correggere la situazione, conta l'educazione. Anche tanti uomini non hanno valori", dice Belen. Gianni Morandi, invece, sarebbe stato in prima fila. "Ho sentito degli amici di Bologna, mi hanno detto che è stata una manifestazione bellissima. C'erano anche tanti uomini, la dignità è un valore importante".

in riferimento a: Sanremo 2011 - 61° Festival della Canzone Italiana - Repubblica.it (visualizza su Google Sidewiki)

venerdì 11 febbraio 2011

Abbasso l'Alto Adige!

Un motivo in più per non andare in Sud Tirol, grazie!

in riferimento a:

"BOLZANO. «In Alto Adige ci siamo sempre trovati bene, ma disapproviamo il fatto che la Provincia abbia deciso di non partecipare alle celebrazioni per i 150 anni dell’Unità di Italia». Viaggia via mail la protesta dei turisti italiani dopo l'annuncio del governatore Luis Durnwalder che la sua giunta (guidata dalla Svp, ma anche con il Pd a rappresentare gli italiani) non parteciperà alle celebrazioni per i 150 dell'Unità d'Italia in quanto "non c'è nulla da festeggiare"."
- No dell'Alto Adige all'Unità d'Italia, proteste dei turisti via e-mail. Gli albergatori: "Temiamo disdette" | Alto Adige (visualizza su Google Sidewiki)

Nello stesso momento, nell'Occidente civilizzato...

"Scandalo alla velocità della luce al Congresso. Un deputato repubblicano dello Stato di New York si è dimesso tre ore dopo che un sito Internet aveva rivelato che l'uomo aveva inviato una sua foto a torso nudo ad una donna conosciuta online."

Capirai, da noi neanche il Bunga-Bunga li ferma!

in riferimento a: Foto Foto a torso nudo ad una donna, il deputato Lee si dimette - 1 di 2 - Repubblica.it (visualizza su Google Sidewiki)

giovedì 10 febbraio 2011

Nuovo forum sul rugby

Benvenuti su questo nuovo forum che vuole essere un punto di riferimento per i giocatori di rugby ed i troll, a patto che si puliscano le scarpe dal fango prima di entrare.

Ecco un nuovo forum sul rugby, speriamo sia di vostro gradimento!
in riferimento a: Mad4Rugby.it

lunedì 7 febbraio 2011

Carriera si fa con il cù!°

“Con l’approvazione di Masi”, alla fine Raffaella le ha fregate tutte. La figlia del fruttivendolo di Casalnuovo di Napoli, nata a Cercola 22 anni fa, è riuscita a comprarsi la casa e a ottenere il programma, come voleva. La partecipazione all’Isola dei famosi di Raffaella Fico, è uno dei tanti gialli all’italiana. Dopo il mini scandalo suscitato dal suo passaggio dal Bunga bunga alla prima serata della tv pubblica, tutti fanno finta di non sapere chi sia il responsabile. Eppure riguardo allo sponsor che le avrebbe permesso di diventare famosa, Nicole Minetti e Barbara Faggioli avevano le idee chiare in tempi non sospetti. Le due ragazze innamorate del premier e ancora di più del suo portafogli, anelavano a comprare un immobile da 800 mila euro con i soldi del Cav. A preoccupare le due immobiliariste di Arcore era però la concorrenza delle altre pretendenti. E così il 23 settembre del 2010 al telefono marcavano stretto le rivali. Barbara temeva proprio Raffaella Fico ma Nicole la rassicurava: a Raffa non interessavano le case, ma qualcosa di diverso.

Minetti: “Della Raffa non mi preoccuperei per questa cosa qui perché lei chiede altro. Okay?
Faggioli: Tipo?
M: Cioè tipo programmi ste’ cose qua. Non è ancora nell’idea.
F: Ah si? E tipo cosa? Tipo quale?
M: Programmi, capito? Non lo so, in generale. Adesso sta facendo – mi aveva detto – l’inviata per candid camera di non so che cosa.

Effettivamente Raffaella Fico in quel periodo era la protagonista delle candid camera super sexy della trasmissione sportiva Controcampo. Su youtube gira ancora un pezzo cult in cui la ragazza del Cavaliere esce in mutandine e reggiseno da un camerino del Milan Store e si diverte a fare l’offesa quando i clienti strabuzzano gli occhi di fronte alle sue forme. Il tono della ragazza sembra quello di una suora, nonostante la mise. Un tono indignato quasi come quello usato dalla ragazza in un’altra comparsata celebre. Alla Vita in diretta nel marzo del 2009 Alba Parietti osò rinfacciarle le sue dichiarazioni provocatorie (“mi offro per un milione di euro”) e lei che era solo una ex partecipante del Grande Fratello 2008, minacciò di lasciare la trasmissione su due piedi. Mentre un Lamberto Sposini più imbarazzante del solito interveniva a difenderla, rimbrottava Alba Parietti e si piegava a chiedere scusa alla giovane offesa.

La strategia
Raffaella però non si accontentava di questo trattamento di riguardo nelle comparsate in Rai. Né le bastavano gli sguardi di ammirazione per le candid. Secondo Nicole Minetti, puntava a una trasmissione più importante. “Appena finirà le candid, sicuramente, gli chiederà (a Berlusconi, ndr) qualche programma del genere. Lei vuole diventare famosa. È ambiziosa in questo. No?”. E la Faggioli conveniva: “Sì sì, non gliene frega un cazzo del resto”.

A rileggerle oggi quelle parole suonano profetiche (cosa c’è di meglio dell’isola dei famosi per una che vuole diventare famosa?) ma anche incaute. Nicole era convinta di essere più furba di Raffaella. A differenza della Fico, infatti, la consigliera regionale del Pdl in Lombardia pensava di avere una strategia migliore per spremere Silvio. Se proprio doveva farsi raccomandare in tv, chiedeva ad altri. Mentre Raffaella no. Lei, come un martello pneumatico, si faceva sistemare sempre e soltanto da Lui.


M: Solo che non ha capito… cioé se io decido di fare altro.. allora mi metto in contatto io personalmente con Rossella (Carlo, presidente di Medusa Cinema) o qualcuno del genere stando fuori da lui! Facile, perché una volta che non c’è lui … a Mediaset la Raffa non ci mette più piede eh. Anche per quello io non ho fatto più chiedere nulla a lui a Mediaset. No? Se fai chiedere sempre a lui, Pier (il figlio Piersilvio Berlusconi, vicepresidente Mediaset, ndr) ti fa fuori eh.

Raffaella Fico, già nel 2009, dopo il Grande Fratello 2008, acquista un appartamentino a Reggio Emilia in un moderno stabile a due passi dal tribunale. Nel 2009 viveva lì, come aveva raccontato proprio a Sposini alla Vita in d

in riferimento a:

"Su L’espresso, Emiliano Fittipaldi nota però che è la sesta ragazza del Cavaliere su otto edizioni dell’Isola a essere convocata da Simona Ventura."
- Il senso di Berlusconi per la Fico | Marco Lillo | Il Fatto Quotidiano (visualizza su Google Sidewiki)

Cuore Ovale ha un sogno...

Diventa fan su facebook!

Cuore Ovale ha un sogno in parte in fase di realizzazione.

Una sorta di favola in stile Cenerentola: portare sullo stesso campo di sfida la Nazionale Rugby Italiana contro una delle ultime squadre militanti in serie C.
Un incontro simbolico, divertente, senza pretese o sorprese di risultato.
Un confronto che in altri sport sarebbe altrimenti impossibile.
Un modo di riconoscere che lo spirito del rugby non risiede solo nel livello di gioco o nella categoria di appartenenza.

Serve, come in tutte le iniziative, una partecipazione corale, l'adesione di più possibili supporter nella richiesta di sfida.
La Nazionale Rugby difficilmente declinerà l'invito se mosso e sostenuto da migliaia di curiosi, fan, amici...

Aderire a Cuore Ovale rappresenta una scommessa: dimostrare che nulla è impossibile. Persino portare la Nazionale a giocare su un campo qualunque, come il tuo.

Tutto ciò che ti chiediamo è un semplice clic.

Grazie di Cuore (Ovale)!

venerdì 4 febbraio 2011

Io odio Recoverybios.com

A quanto pare hanno fregato un sacco di gente. Sento puzza di Class Action...

Da straevitare ho ordinato una modifica su una mia ps2-a fine marzo 2010 mi è arrivata la cosole modificata ma non funziona-il giorno dopo mi sono messo in contatto tramite e-mail e ho ricevuto la conferma di rspedire il tutto a loro-la console è arrivata il primo di aprile 2010-oggi al 11 di maggio non ricevo più notizie nonostante le mie ripetute lamentele
http://www.twenga.it/opinione-negozio/Recovery-Bios-49219-0-0

Sono ancora in attesa della restituzione della somma da me versata in data 08/10/2009 per € 247,80 ordine n. 11342/2009 con conferma di annullamento ordine da parte di recoverybios datata 13/11/2009 e ricordo all'azienda che i 30 giorni indicati sul sito siano solari o lavorativi sono già scaduti.
Ricordo che vi ho già precedentemente fornito i miei dati iban nonchè quelli paypal con i quali ho effettuato il pagamento in data 08/10/2009 e che non ho ricevuto più risposte nè a mail nè al telefono nè al fax da me inviato, ma sopratutto non ho ricevuto la restituzione della somma da me versata. Preciso inoltre che l'annullamento dell'ordine è avvenuto a seguito della mancata consegna del prodotto da me richiesto nonostante sul sito fosse indicata dispobilità ampia e consegna in 2 giorni
http://www.twenga.it/opinione-negozio/Recovery-Bios-49219-0-0

Ciao a tutti,
vorrei condividere con voi la mia esperienza con recoverybios.com, dalla quale sto attendendo un rimborso da Settembre 2009, senza alcun esito positivo.
In data 11/09/2009 ho effettuato un ordine dal sito in questione, riguardante una "Console Wii con modifica e balance board" (ordine n. 9976/2009). Ordine pagato immediatamente tramite carta di credito, la cifra era di 360€. Il sito avvisava che l'oggetto era disponibile in magazzino. In realtà dopo svariati giorni l'ordine non era stato evaso.
Avendone diritto da contratto, ho effettuato disdetta dell'ordine in data 22/09/2009 e ho ricevuto conferma della disdetta dell'ordine da parte della società in data 23/09/2009 e 02/10/2009. Mi hanno detto che era stata avviata la procedura di rimborso completo.
I soldi non sono mai stati rimborsati, pur dopo continue sollecitazioni. In data 14 Novembre 2009 il mio avvocato ha diffidato la società a provvedere al rimborso immediato dell'ordine.
Anche alla diffida la società non ha né risposto né provveduto a rimborsare alcunché.
Questa è la mia esperienza con questa società, che mi deve 360€.
Cosa mi consigliate di fare? Vorrei un vostro parere.
Grazie per l'attenzione.
Distinti saluti
http://dilatua.aduc.it/forum/attesa+rimborso+recoverybios+com+quasi+anno_12516.php

Il 24 Giugno acquistati il servizio di riparazione per la mia PS3 60gb; il 2 Luglio mi venne riconsegnata la console che, constatai mio malgrado, era ancora non-funzionante. Mi venne spiegato, in seguito ad una mia sollecitazione, che le lenti specifiche per il mio modello di console non erano più disponibili. Allo stesso tempo venni rassicurato che, tempo 30gg lavorativi, sarei stato pienamente rimborsato. (1)
Ciononostante il 18 Agosto non ero stato ancora rimborsato. In seguito ad un ulteriore sollecito venni contattato dal Dott. Francesco Campa, amministratore di PCBOX S.R.L., il quale, scusandosi di non poter effettuare il rimborso immediatamente causa ferie, ancora una volta mi rassicurò che sarei stato <> rimborsato. (2)
Il primo Settembre, giorno di ritorno dalle ferie, contattati il sito Recoverybios per la terza volta, sollecitando, ormai estenuato e profondamente deluso, il fatidico rimborso. Il giorno dopo ricevetti l’ennesima scarna lettera che mi rassicurava circa la tempistica del rimborso. (3)
Ancora oggi, nonostante gli ulteriori solleciti che sono seguiti nel tempo, e cui non ho più ricevuto risposta, io attendo il rimborso dell’assicurazione trasporto, supplemento riparazione express 24h, sostituzione lente laser per ps3 per un totale di 144.30€.
http://www.ps3-world.it/modchips-e-hardware-playstation-3-sony/19389-la-mia-pessima-esperienza-con-recoveryb

in riferimento a: Recoverybios.com - Leggi le opinioni (visualizza su Google Sidewiki)